Counseling aziendale

Profili cognitivi e team building

Spesso le aziende si trovano a dover selezionare le persone giuste per portare a termine un progetto e si basano sull’istinto o sulla conoscenza di questo o quel dipendente. In realtà esiste un metodo scientifico per fare in modo che questo progetto possa essere portato avanti dalle persone migliori sulla base delle preferenze di pensiero che hanno.
Mi spiego meglio: ognuno di noi ha delle modalità di pensiero preferenziali. Emergenetics (azienda americana leader in questo tipo di analisi), ha studiato con psicologi, sociologi e basandosi su quello che è conosciuto dalle neuroscienze, un questionario che somministrato alla persona evidenzierà in che modi preferenzialmente pensa questa persona.
Le modalità di pensiero sono essenzialmente quattro e tutti noi abbiamo tutte e quattro queste modalità ma in percentuale differente. Le modalità di pensiero sono: concettuale, analitico, strutturale e sociale, quanto incide ognuna di queste modalità sul nostro modo preferenziale di pensare dipende dalla percentuale in cui utilizziamo questa modalità.
Si può dire che una modalità è una preferenza se è uguale o superiore al 23%. Le persone possono essere monomodali cioè avere la prevalenza di una sola modalità. Faccio un esempio: può essere al 75% strutturale e il restante 25% sarà suddiviso nelle altre tre modalità oppure può essere bimodale Ad esempio 26% strutturale 47% sociale ed il restante 27% sarà distribuito nelle altre due modalità che non saranno preferenziali perché ognuna sarà rappresentata per meno del 23%. Ancora si può essere trimodali con la stessa logica delle percentuali di cui sopra o quadrimodali. La maggioranza delle persone sulla terra è bi o trimodale. Perché un progetto sia efficace e analizzato sotto ogni aspetto, occorre che tutte e quattro le modalità siano prese in considerazione. Per stabilire le modalità di pensiero e le percentuali di esse in ogni persona, utilizzo i questionari ed i profili stilati dalla casa madre per profilare il lavoratore fare in modo che il progetto sia realizzato nel miglior modo e nel minor tempo possibile.
Un team è efficace se presenta tutte e quattro le modalità di pensiero: Sociale, Analitico, Strutturale e Concettuale perché svilupperà il progetto secondo queste caratteristiche che saranno tutte rappresentate nel progetto. Con questa modalità sarà semplice anche trovare un collaboratore che sia complementare. Se io sono un manager con prevalenza di pensiero concettuale, potrò avere grandi idee, una vision molto chiara ma magari posso essere carente della parte strutturale che struttura mette in atto l’idea e la rende concreta, fosse così ecco che la mia grande idea non troverà mai una realizzazione. Ancora posso essere carente della parte sociale in questo modo la mia idea non sarà comunicata nel modo corretto a chi me la deve approvare o a ci dovrà collaborare con me. Ecco che la profilazione di chi dovrà lavorare insieme a me sarà importante perché se prendo un collaboratore concettuale come me, probabilmente andremo molto d’accordo ma difficilmente concretizzeremo qualcosa. Ecco come funziona il Meeting of the Mind che in quanto trainer certificato posso erogare come formazione o come collaborazione per selezionare e profilare le persone giuste per il progetto giusto.

E’ fondamentale nel team che tutte le modalità di pensiero siano rappresentate pertanto è importante conoscere i collaboratori in modo che possano sviluppare un progetto strutturato sotto tutti i punti di vista.

Questo tipo di profilazione si può utilizzare anche per la selezione del personale.

Profili cognitivi e team building

Ti Sono Accando Per Aiutarti a Superare I Tuoi Ostacoli e Le Tue Difficoltà.

Ti Sono Accanto Per Aiutarti a Trasformare il Tuo Problema In Opportunità.

You may also like